Mirtillo (Vaccinium myrtillus L.)

Mirtillo  (Vaccinium myrtillus L.)

Famiglia: ericacee

Pianta: piccolo arbusto alto fino  60 cm

Fusto: molto sottile, flessibile con corteccia bruno-rossastra

Foglie: di forma ellittica, con apice appuntito e margine dentellato li colore verde intenso e lucidissime; cadono in inverno

Fiori: bianco- rosati o bianco-verdognoli; compaiono in maggio-giugno

Frutti: bacche di colore blu scuro o rosso secondo la specie

Origine: sottobosco, luoghi freschi fino a 2000 m di altitudine

Parti da utilizzare: foglie e frutti

Come si coltiva: si può seminare in ottobre in semenzaio, trapiantarlo l’ottobre successivo in vivaio p dopo 2/3 anni si può metterlo a dimora in piena terra.

Quando si raccoglie: estate

Come si conserva: le foglie si staccano dai rami, si essiccano al sole e si conservano in sacchetti di tela; i frutti si consumano freschi, sciroppati, sotto spirito, in marmellata ma si possono anche essiccare al sole o in forno a temperatura moderata e conservare in barattoli al riparo dalla luce.

 

Notizie e curiosità

Medicina popolare e contadina

Gli erboristi del passato si limitavano a consigliare il mirtillo come improbabile rimedio magico-propiziatorio.

I medici eclettici del XIX secolo prescrivevano un impacco fatto con mirtillo e colla di amido per curare i foruncoli che si formavano sulla punta del naso.

 

Santa Ildegarda

La prima vera descrizione di questa pianta risale  a Santa Ildegarda, studiosa ed erborista del XII secolo che però dimentica di evidenziare l’importante proprietà antidiarroica e antidissenterica, forse la più importante che si attribuisce alle sue qualità curative.

 

Diffusione e utilizzo

Se il mirtillo in medicina è stato un po’ trascurato lo stesso non si può dire per il suo utilizzo in campo alimentare.

In Europa i suoi frutti sono stati apprezzati fin dai tempi antichi.

In America se ne utilizza prevalentemente il succo e proprio per questo motivo va ricordata la famosa salsa di mirtilli diventata parte integrante del piatto nazionale che si consuma nel giorno del Ringraziamento.

Si narra che il giorno del Ringraziamento del 1864, il generale Grant ordinò che questa salsa fosse servita alle truppe insieme al rancio.

Secondo la tradizione, i Padri Pellegrini, sbarcati in America nel 1621, celebrarono la loro nuova esistenza mangiando piatti prelibati cucinati con i mirtilli che crescevano in abbondanza in quei luoghi.

 

StampaEmail

Viola mammola (Viola odorata L.)

Viola mammola  (Viola odorata L.)

Famiglia: violacee

Pianta: erbacea, di circa 20 cm

Fusto: breve alla base dalla quale si dipartono rami striscianti (stoloni) che al contatto con il terreno emettono radici che danno origine a nuove piantine.

Leggi tutto

StampaEmail

Potrebbero interessarti anche